Sapete che cos’è l’eternit? L’eternit è un marchio registrato per il fibrocemento. Il nome infatti è quello di un’azienda che lavorava questo genere di materiale, utilizzato spesso in edilizia, fino alla fine degli anni 80, come copertura.

Spesso l’eternit veniva anche utilizzato per la coibentazione dei tubi idrici oppure per le cisterne connesse a vari usi.

Per spiegare che cos’è l’eternit, bisogna sempre immaginare come nel corso di quegli anni venivano sfruttate le giacenze minerarie per utilizzare nuovi materiali per l’edilizia e in questi termini, l’eternit aveva un ruolo principale nella sua accezione commerciale, quando veniva utilizzato e chiamato amianto.

Che uso ne è stato fatto?

capannone con copertura di tegole in eternit
capannone con copertura di tegole in eternit

Nel corso del 1900 è stato sempre utilizzato con grande successo per evitare problemi a qualunque tipo di struttura, però c’è da dire che è soltanto a partire dagli anni Sessanta, che sono iniziati a nascere studi su questo materiale.

Ben presto la scienza, ha svelato ed ha capito come questo materiale sia davvero in grado di danneggiare gravemente l’organismo e soprattutto, le vie respiratorie.

Infatti è stato scientificamente provato che l’esposizione all’amianto e all’eternit per periodi prolungati – e quindi magari restando in una appartamento realizzato proprio con questi materiali – potrebbe causare la comparsa di tumore ai polmoni e non solo.

Per evitare qualunque infiammazione anche ad esempio alla pleura, oppure difficoltà respiratorie, è bene tenersi sempre alla larga dell’amianto e dell’eternit.

Cosa fare se ci si accorge della presenza di eternit?

Quindi se si ha soltanto il sentore che magari potrebbe esserci questo materiale nella costruzione in cui sorge l’abitazione della vostra casa, sarà bene cercare di tenersi a distanza.

Secondo la normativa vigente, l’eternit è rischioso per la salute umana e chiunque lo utilizza, commette un grave reato di tipo ambientale oltre a mettere a serio rischio la salute di tutte le persone del circondario.

Proprio per dare una risposta in questi termini, la Cassazione è stata molto dura e ha deciso di adottare il pugno di ferro nei confronti dei costruttori che intenderanno ulteriormente mantenere la presenza di eternit nei fabbricati.

È obbligatorio quindi, per legge, bonificare qualunque tipo di struttura realizzata con materiale eternit e in caso di violazioni, le pene sono molto severe.

I costi per la bonifica dell’Eternit sono abbastanza alti e quindi, la cosa ideale è cercare di farsi fare un preventivo per capire bene in che modo si potrà procedere per rimettere in sicurezza uno stabile.